BESUCHEN SIE UNS AUF DER VOM 13.09.2022 – 17.09.2022 HALLE 8 STAND C97

TCG



Termini e condizioni generali di vendita della TachoControl Data GmbH

 

1 Validità dei termini e condizioni generali di vendita
1.1 Le seguenti condizioni sono la base contrattuale delle nostre relazioni d’affari con i committenti dei nostri prodotti nel nostro nel negozio online sul sito web www.tachocontrol-data.de e sono parte integrante del contratto al momento dell’accettazione di un’offerta contrattuale (un ordine) da parte nostra. Le presenti condizioni di vendita si applicano anche ad eventuali affari futuri con il committente.
1.2 Non riconosciamo i termini e le condizioni generali di vendita del committente, salvo che la loro validità non venga da noi accettata per iscritto. Le condizioni generali di vendita del committente non si applicano nemmeno qualora, pur essendo a conoscenza di tali condizioni, noi eseguissimo incondizionatamente la consegna senza espressamente opporci alle stesse.

2 Stipula del contratto, qualità della merce
2.1 Nel nostro negozio online vengono presentate offerte non vincolanti per la stipula di un contratto con noi alle condizioni indicate nella descrizione dell’articolo. Inviando l’ordine sul nostro sito web, il committente fa un’offerta vincolante per stipulare un contratto.

2.2 Le caratteristiche delle merci che il committente si aspetta sulla base alle nostre dichiarazioni pubbliche, in particolare nella pubblicità o nella classificazione della merce o sulla base di una consuetudine commerciale, fanno parte della qualità concordata solo se sono espressamente riprodotte nell’offerta. Le garanzie per noi sono vincolanti esclusivamente se sono designate come tali nell’offerta e i nostri obblighi derivanti dalla garanzia sono ivi stabiliti nel dettaglio.

2.3 Il contratto viene stipulato attraverso il sistema del carrello online che procede in quattro fasi tecniche come descritto nel seguito:

Nella prima fase, la merce desiderata viene da voi selezionata e messa nel carrello. Nella seconda fase, potrete registrarvi e inserire i vostri dati del cliente, incluso l’indirizzo di fatturazione e, se applicabile, un diverso indirizzo di consegna. Nella terza fase, sceglierete il metodo di pagamento e la modalità di spedizione che desiderate. Infine, avrete la possibilità di controllare ancora una volta tutti i dati (ad esempio nome, indirizzo, metodo di pagamento, articoli ordinati) e di correggerli, se necessario, prima di inviarci il vostro ordine cliccando su “ordine soggetto a pagamento”.

2.4 Consegne e servizi parziali sono ammessi nella misura in cui ciò sia ragionevole per il committente.

2.5 La conferma del ricevimento dell’ordine avviene immediatamente dopo l’invio dell’ordine e non costituisce ancora l’accettazione del contratto. Il contratto si stipula con l’invio di una conferma d’ordine via e-mail entro 2 giorni lavorativi dall’ordine o con l’invio della merce ordinata.

2.6 Non conserviamo il testo completo del contratto. I committenti possono salvarlo elettronicamente tramite la funzione di stampa del browser prima di inviare l’ordine.

2.7. La lingua contrattuale è il tedesco.

Risoluzione alternativa delle controversie:
La Commissione europea fornisce una piattaforma per la risoluzione extragiudiziale delle controversie online (piattaforma ODR), disponibile su https://ec.europa.eu/odr.

Il nostro indirizzo e-mail è: info@tachocontrol-data.eu

 

3 Diritto di recesso per i consumatori:
Avete il diritto di recedere dal contratto stipulato nel negozio online entro quattordici giorni, senza fornire motivazioni. I dettagli del diritto di recesso possono essere visualizzati e consultati nella sezione “Diritto di recesso”.

 

4 Condizioni di pagamento
4.1 i nostri prezzi si intendono lordi comprensivi dell’imposta sul valore aggiunto applicabile al momento della stipula del contratto, franco fabbrica o franco magazzino. A ciò si aggiungono i costi di imballaggio e, se del caso, di montaggio, che saranno applicati sulla base dei prezzi in vigore al momento della stipula del contratto.

4.2 I pagamenti sono dovuti immediatamente. I pagamenti devono essere effettuati direttamente a noi senza detrazioni. I pagamenti a terzi hanno carattere liberatorio solo se noi abbiamo autorizzato per iscritto la riscossione del pagamento.
4.3 Il committente è in mora se riceve un sollecito dopo la data di scadenza o non effettua il pagamento entro un periodo definito o definibile sul calendario. Ciò non pregiudica la disposizione di legge secondo la quale il committente è in mora al più tardi 30 giorni dopo la scadenza e il ricevimento della fattura o di una richiesta di pagamento equivalente.
4.4 In caso di ritardo nel pagamento da parte del committente senza pregiudicare eventuali altri nostri diritti, abbiamo il diritto di addebitare un interesse di 5 punti percentuali sopra il tasso di base applicabile se il committente è un consumatore finale, altrimenti si applica il tasso di interesse di 9 punti percentuali sopra il tasso di base applicabile.
4.5 Nella misura in cui il pagamento rateale è stato approvato per iscritto, il credito residuo diventa immediatamente esigibile non appena il committente è in ritardo in toto o in parte con una rata per più di un mese o è in ritardo in toto o in parte con una rata per la terza volta.
4.6 Si esclude la compensazione o l’esercizio del diritto di ritenuta a causa di eventuali contropretese del committente che sono contestate da noi e non passato in giudicato. L’esercizio di un diritto di ritenuta è altresì escluso nella misura in cui le contropretese del committente non sono basate sullo stesso rapporto contrattuale.

5 Fornitura e trasferimento del rischio
5.1 Il luogo di adempimento dei nostri obblighi di prestazione è la nostra sede o il magazzino di consegna che verrà comunicato al committente nella conferma d’ordine. Le spese di spedizione della merce sono a carico del committente. Questi costi includono anche le tasse e i dazi doganali, ecc. dovuti alla spedizione.
5.2 In caso di stipula di un contratto con un imprenditore, il rischio passa al committente al più tardi al momento della consegna allo spedizioniere o ad altra persona addetta al trasporto. Ciò si applica anche nel caso in cui ci assumiamo eccezionalmente le spese di spedizione secondo un accordo separato. In assenza di istruzioni specifiche da parte del committente, spetta a noi la scelta di uno spedizioniere adeguato. Nel caso di contratti conclusi con i consumatori, il rischio di perdita accidentale e di deterioramento accidentale dell’oggetto venduto durante la spedizione non passa al committente fino alla consegna della merce.
5.3 I termini di consegna indicati sono da considerarsi solo approssimativi, salvo non siano espressamente indicati come vincolanti nella nostra conferma d’ordine. In caso di misure nell’ambito di controversie di lavoro nella nostra azienda o presso i subappaltatori, in particolare scioperi e serrate, nonché in caso di eventi imprevisti di cui non siamo responsabili, i termini di consegna si prolungano della durata dell’interruzione della nostra attività commerciale a causa di questi ostacoli. Il fatto che le suddette circostanze si verifichino durante un ritardo già in corso non significa che ne siamo responsabili. Informeremo il committente il più presto possibile dell’inizio e della fine di tali ostacoli.
5.4 Fermo restando che i termini di consegna non siano espressamente indicati come vincolanti, siamo in mora della consegna con una richiesta scritta del committente che non può essere fatta prima di sei settimane dalla scadenza del termine di consegna. In caso di mora della consegna causata da lieve negligenza, il diritto al risarcimento danni ai sensi del § 280 comma 1 e comma 2, e del 286 del Codice Civile tedesco (BGB) è limitato ad un massimo del 5 % del prezzo totale dei prodotti con la consegna dei quali siamo in ritardo.
5.5 Le consegne parziali sono ammesse nella misura in cui sono economicamente ragionevoli per il committente.
5.6 Ci riserviamo il diritto di modificare l’aspetto e l’equipaggiamento o i dettagli tecnici delle nostre attrezzature, a condizione che ciò sia ragionevole per il committente o comporti solo deviazioni insignificanti.
5.7 Se il volume della fornitura e delle prestazioni comprende anche il sistema di controllo tramite il software associato, il sistema di controllo diventa proprietà del committente insieme alle altre parti del sistema. Ci riserviamo tutti i diritti sul software, in particolare i diritti d’uso e di sfruttamento in base alla legge sul diritto d’autore, fermo restando che non siano espressamente concessi al committente nelle presenti condizioni di vendita o da altri accordi. Al committente viene concesso solo il diritto limitato di utilizzare il software in conformità con lo scopo e la portata del contratto di licenza del software da stipulare separatamente.
5.8 Se il committente non ritira la merce in una data di consegna vincolante, è in ritardo con l’accettazione. In caso di un termine di consegna concordato approssimativamente, siamo autorizzati a dare al committente due settimane di preavviso sulla possibilità di ritirare la merce; se l’acquirente non ritira la merce entro questo termine, è in mora di accettazione. La raccolta di beni da ritirare è un obbligo primario di prestazione. Qualsiasi richiesta di risarcimento danni è limitata a una somma forfettaria del 15 % del valore dell’ordine; ci riserviamo il diritto di dimostrare danni inferiori o superiori.
5.9 Ci riserviamo il diritto di addebitare un onere di conservazione del 20% del valore della merce per i resi, se applicabile.

6 Diritti in caso di vizi
6.1 Se il committente è un imprenditore, egli è tenuto a comunicare per iscritto i vizi riconoscibili al più tardi entro una settimana dalla consegna della merce e i vizi non riconoscibili al più tardi entro una settimana dalla loro scoperta. Queste scadenze sono termini perentori. Tuttavia, questo non si applica se il fornitore ha nascosto il vizio in modo fraudolento e/o ha assunto una garanzia corrispondente. Ad eccezione del caso di richieste di risarcimento danni, i diritti di garanzia cadono in prescrizione entro un anno dalla consegna dell’oggetto acquistato all’imprenditore.

6.2 Nella misura in cui vi sia un difetto nella consegna, siamo autorizzati, a nostra discrezione, ad eliminare il difetto o ad effettuare una consegna sostitutiva (adempimento successivo). Nel caso di consumatori finali, il committente ha la possibilità di scegliere, in caso di difetto, se l’adempimento successivo deve essere effettuato con l’eliminazione del difetto o con una consegna sostitutiva. Tuttavia, siamo autorizzati a rifiutare il tipo di adempimento successivo deciso dal committente, se esso è possibile solo a costi sproporzionati e se metodo alternativo di adempimento successivo non causa disagi significativi per il committente.
6.3 Se l’adempimento successivo è fallito, il committente ha il diritto, a sua discrezione, di recedere dal contratto o di richiedere un abbassamento ragionevole del prezzo di acquisto (riduzione).
6.4 Il termine di prescrizione per i reclami per vizi è di 12 mesi, calcolato dal trasferimento del rischio se il committente è un imprenditore. Questo periodo si applica anche alle richieste di risarcimento per danni conseguenti causati da un difetto, fermo restando che non si tratti di richieste di risarcimento per atti illeciti o sulla base di un intento fraudolento. Nel caso di rotture finali, il termine di prescrizione è di 24 mesi dalla consegna della merce.
6.5 Le parti sostituite diventano di nostra proprietà e ci vengono consegnate.
6.6 Non si assume alcuna responsabilità per i difetti causati da un uso inadeguato o improprio o da un montaggio o una messa in servizio errati da parte del committente o di terzi da noi non incaricati o non autorizzati (anche per quanto riguarda gli interventi sul software), da usura naturale, da un trattamento errato o negligente, da materiali di esercizio inadeguati, da materiali di ricambio, da lavori di costruzione difettosi, da influssi chimici, elettromeccanici o elettrici, salvo che non siano a noi imputabili. Sono altresì esclusi i reclami per difetti che sono dovuti a modifiche della merce o a riparazioni improprie da parte del committente o di terzi da lui incaricati.
6.7 L’adempimento successivo avviene senza il riconoscimento di un obbligo legale e non fa scattare un nuovo termine di prescrizione. Ciò si applica anche se i pezzi di ricambio vengono installati nell’ambito di una riparazione.
6.8 Si esclude qualsiasi ulteriore reclamo per vizio da parte del committente, fatte salve eventuali richieste limitate di risarcimento danni in conformità la clausola 7.
6.9 Se durante l’ispezione dei presunti difetti risulta che non esiste alcun reclamo per difetti, il committente è tenuto a sostenere i costi causati dall’ispezione.
6.10 Se l’oggetto del contratto è costituito da oggetti usati (compresi gli apparecchi dimostrativi), si esclude qualsiasi responsabilità per difetti nei confronti dell’imprenditore, salvo che non possa essere a noi imputata una condotta fraudolenta.

7 Limitazioni di responsabilità (esclusione e limitazione di responsabilità)
7.1 Ad eccezzione del caso di violazione di un obbligo contrattuale essenziale o di un obbligo cardinale tale da mettere in pericolo lo scopo del contratto o nel caso di assunzione di una garanzia, non rispondiamo dei danni causati da lieve negligenza.
7.2 Nei seguenti casi, la nostra responsabilità è limitata al danno prevedibile tipico del contratto:
a) in caso di violazione per lieve negligenza di obblighi contrattuali essenziale o di obblighi cardinali tali da mettere in pericolo lo scopo del contratto,
b) in caso di violazione per negligenza grave da parte di semplici agenti ausiliari (ossia non dipendenti od organi esecutivi), o
c) in caso di assunzione di una garanzia, fermo restando non sia stata da noi espressamente assunta una garanzia per la qualità della merce come venditore nei confronti del committente come acquirente.
7.3 Nei casi di cui al punto 6.2, la nostra responsabilità è limitata al massimo a tre volte l’importo del prezzo della merce in questione, ma non oltre i 20.000,00 € o, in caso di puro danno patrimoniale, al massimo a due volte il valore dell’ordine, ma non oltre i 15.000,00 €.
7.4 Nei casi di cui al punto 7.2 il diritto al risarcimento dei danni da parte del committente cade in prescrizione al più tardi dopo due anni dal momento in cui il committente è venuto a conoscenza del danno o, indipendentemente da tale conoscenza, al più tardi dopo tre anni dal momento dell’evento dannoso. Per i reclami dovuti a difetti della merce, si applica il termine di prescrizione secondo il punto 6.4.
7.5 I punti da 7.1 a 7.4 si applicano anche se una merce è designata solo per categoria.
7.6 Ad eccezione dei casi di responsabilità ai sensi della legge sulla responsabilità per danno da prodotti, in caso di lesioni alla vita, al corpo e alla salute, per l’assunzione di una garanzia per la qualità di un prodotto o in caso di difetti nascosti in modo fraudolento, le limitazioni di responsabilità di cui sopra si applicano a tutte le richieste di risarcimento danni indipendentemente dal loro fondamento giuridico, comprese le richieste di risarcimento da illecito.
7.7 Le limitazioni di responsabilità di cui sopra si applicano anche in caso di richieste di risarcimento danni da parte del committente nei confronti dei nostri dipendenti o incaricati.

8 Riserva di proprietà
8.1 Ci riserviamo la proprietà della merce fino al completo pagamento del prezzo d’acquisto e di tutti gli altri crediti dovuti al momento della stipula del contratto derivanti dal rapporto commerciale in corso con il committente (§ 449 Codice civile tedesco).
8.2 Autorizziamo il committente a disporre della merce nel corso delle ordinarie attività commerciali. Tuttavia, egli ci cede fin d’ora tutti i crediti dell’importo finale della fattura (IVA inclusa) che gli risultano dalla rivendita ai suoi clienti o a terzi, indipendentemente dal fatto che l’oggetto della fornitura sia stato rivenduto senza o dopo la lavorazione. Il committente rimane autorizzato a riscuotere questo credito anche dopo la cessione. La nostra autorità di riscuotere noi stessi il credito non viene da ciò pregiudicata. Tuttavia, ci impegniamo a non riscuotere il credito finché il committente rispetta i suoi obblighi di pagamento risultante dai proventi riscossi, la situazione finanziaria del committente non si deteriora in modo significativo, il committente non è in ritardo con i pagamenti e, in particolare, non è stata presentata una domanda di apertura di una procedura di insolvenza o non è in essere un’insolvenza. Tuttavia, se questo fosse il caso o se ci fosse un altro motivo importante, abbiamo la facoltà di esigere dal committente informazioni sui crediti ceduti e sui suoi debitori, tutte le informazioni necessarie per la riscossione, la consegna dei documenti pertinenti e che il committente informi i debitori (terzi) della cessione. Questa cessione anticipata include il credito acquisito nonché qualsiasi garanzia fornita e qualsiasi credito surrogato. Altre disposizioni sulla merce non sono permesse e obbligano al risarcimento.
8.3 Se il committente fosse in ritardo con il pagamento, è nostra facoltà ritirare la merce sottoposta a riservato dominio dopo aver fissato senza successo un periodo di tolleranza di una settimana. Tale misura non significa un recesso dal contratto, pertanto i nostri diritti rimangono inalterati nella medesima forma. Il diritto di recesso dal contratto rimane inalterato e può essere effettuato solo tramite esplicita dichiarazione.
8.4 Se il committente è in ritardo con il pagamento della merce sottoposta a riservato dominio, abbiamo la facoltà di recedere dal contratto senza fissare al committente un altro termine di pagamento.
8.5 In caso di pignoramento da parte di terzi, il committente è tenuto a segnalare i nostri diritti e ad avvisarci immediatamente. Nella misura in cui i terzi non sono in grado di rimborsarci le spese giudiziarie ed extragiudiziarie di un’azione ai sensi del § 771 Codice di procedura civile tedesco, il committente risponderà delle spese da noi sostenute.
8.6 Il committente è tenuto a trattare con cura l’oggetto della fornitura, in particolare ad assicurarlo adeguatamente a proprie spese contro il fuoco, l’acqua e il furto al valore a nuovo. Se sono necessari lavori di manutenzione e ispezione, il committente deve eseguirli in tempo utile e a proprie spese.

9. Condizioni di montaggio e di riparazione
9.1 Nella misura in cui siamo tenuti ad eseguire anche lavori di montaggio o di riparazione in conformità alla conferma d’ordine, si applicano inoltre le seguenti disposizioni:
9.2 L’inizio del nostro lavoro presuppone che il committente abbia eseguito completamente e correttamente tutti i servizi preliminari come comunicato nella conferma d’ordine. Ciò si applica in particolare per i lavori di scavo, di fondazione, di costruzione e di montaggio ponteggi, compresi i lavori per l’esecuzione del montaggio o della riparazione delle linee di alimentazione e di drenaggio necessarie, in conformità ai piani di fondazione messi a disposizione da noi con la conferma d’ordine o entro un periodo di tempo ragionevole prima dell’inizio dei lavori.
9.3 Il trasporto e lo scarico dei pezzi di montaggio non fanno regolarmente parte delle nostre prestazioni e devono quindi essere eseguiti dal committente a proprie spese. Questo si applica anche per il disimballaggio degli oggetti destinati al montaggio.
9.4 Per la durata del montaggio, il committente è tenuto mettere a nostra disposizione locali asciutti, riscaldati e chiusi a chiave nonché l’energia necessaria per il montaggio o la riparazione.
9.5 Le parti sostituite diventano di nostra proprietà. Un accredito del valore residuo del pezzo sostituito avrà luogo solo se ciò è stato espressamente concordato per iscritto.
9.6 Salvo diverso accordo con il committente, la fatturazione sarà basata sul costo della manodopera e dei materiali. Addebiteremo le tariffe giornaliere per il tempo di lavoro, di viaggio e di attesa in vigore il giorno in cui il servizio viene fornito. Inoltre, il committente dovrà sostenere le spese accessorie specificate nella conferma d’ordine, come diaria, pernottamento e spese di viaggio.
9.7 Se i lavori di montaggio o di riparazione devono essere eseguiti su un sistema informatico, siamo tenuti a iniziare la nostra prestazione solo dopo che il committente ha fatto un backup su supporti dati separati di tutti i dati che potrebbero essere interessati da questi lavori e dopo che ha confermato di aver eseguito questo backup per iscritto al nostro collaboratore responsabile. Se chiediamo al committente di presentare tale dichiarazione, il committente deve farlo entro una settimana, altrimenti il backup è considerato eseguito.
9.8 Il committente deve accettare i lavori di montaggio o di riparazione. L’accettazione è considerata ugualmente avvenuta se il committente non esegue l’accettazione dei lavori di montaggio o di riparazione per l’accettazione entro due settimane dalla nostra richiesta. Se non fissiamo un termine, i lavori di montaggio o di riparazione pronti per l’accettazione sono considerati accettati dopo la scadenza di tre settimane dal completamento degli stessi.
9.9 Il committente deve segnalare difetti evidenti nei lavori di montaggio o di riparazione entro un periodo perentorio di due settimane. Il committente deve comunicarci eventuali difetti non evidenti dei lavori di montaggio o di riparazione entro due settimane dalla loro scoperta; questo termine non è un termine perentorio e non influisce sul termine di prescrizione legale dei reclami per vizi.
9.10 I reclami per vizi sono inizialmente limitati alle prestazioni successive (riparazione o sostituzione). Finché forniamo l’adempimento successivo, il committente non ha il diritto di recedere dal contratto per i lavori di montaggio o riparazione o di richiedere un abbassamento ragionevole del compenso (riduzione), a meno che l’eliminazione dei difetti non sia definitivamente fallita.

10 Deterioramento dei beni del committente, risoluzione del contratto
10.1 Se il committente diventa insolvente dopo la stipula del contratto, se viene aperta una procedura d’insolvenza sul suo patrimonio o se dopo la stipula del contratto si verificano circostanze che compromettono in modo sostanziale la solvibilità del committente, siamo autorizzati a rifiutare la nostra fornitura fino a quando la controprestazione non è stata effettuata o il committente non ha fornito una garanzia per essa. Lo stesso si applica nella misura in cui i fatti che sostengono il deterioramento significativo del patrimonio del committente ci vengono resi noti solo dopo la stipula del contratto senza colpa nostra, anche se esistevano già prima della stipula stessa.
10.2 Se il committente non effettua la controprestazione entro un termine ragionevole e non fornisce garanzie per la controprestazione entro un termine ragionevole, abbiamo la facoltà di recedere dal contratto o chiedere il risarcimento dei danni. Se scegliamo il risarcimento dei danni, possiamo addebitare un risarcimento forfettario dei danni pari al 15% del valore dell’ordine (IVA inclusa). Ci riserviamo il diritto di dare dimostrazione di un danno inferiore o superiore.

11 Modifiche dell’ordine o annullamento
Se il committente annulla o modifica un ordine da noi accettato entro 4 settimane prima della data di consegna prevista o richiede un rinvio della data di consegna confermata, e se noi soddisfiamo questa richiesta di annullamento o modifica, possiamo esigere un risarcimento forfettario del 10% del valore dell’ordine interessato. L’annullamento o la modifica dell’ordine richiesto a meno di 4 settimane prima della data di consegna prevista è generalmente escluso.

12 Varie d eventuali
12.1 Il diritto tedesco si applica con l’esclusione di qualsiasi ulteriore riferimento al diritto privato internazionale tedesco. La Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di beni (CISG) è esclusa.
12.2 Se il cliente è un imprenditore, il foro competente per le controversie derivanti dai nostri rapporti commerciali con il committente è presso la sede della nostra società. Le parti possono altresì prendere misure giudiziarie ed extragiudiziarie nel luogo generale di giurisdizione della parte contraente.
12.3 Qualora singole disposizioni fossero inefficaci, l’inefficacia è limitata alla disposizioni corrispondente. Se il cliente è un imprenditore ai sensi del § 14 del codice civile tedesco, la disposizione non valida sarà sostituita da una disposizione che si avvicina il più possibile allo scopo economico della disposizione inefficace.
12.4 Per le forniture di tachigrafi e accessori, concediamo una garanzia sul materiale per un periodo di 6 mesi o un massimo 100 000 km di chilometraggio. In caso di reclamo in garanzia, l’installazione deve essere provata tramite il protocollo di calibrazione.
12.5 In caso di reclamo in garanzia, pagheremo solo i costi diretti o la sostituzione del pezzo difettoso. Non è possibile alcun reclamo per altri costi, come la spedizione, le calibrazioni, ulteriori servizi e tempi di inattività, ecc.
12.6 I tachigrafi e i pezzi di ricambio difettosi o consegnati erroneamente vengono ripresi solo se vengono restituiti entro il termine stabilito e vengono ricevuti con la nostra richiesta di restituzione.

Termini e condizioni generali di vendita 04.2021